27 Maggio 2022
Quando il Badge Aziendale non basta: cosa fare?

Quando il Badge Aziendale non basta: cosa fare?

News 27 Maggio 2022

Ci sono alcuni scenari dove il Badge Aziendale fisico non basta più oppure non è conveniente ed efficace. È il caso ad esempio quando il personale fuori sede si muove frequentemente da un posto all’altro, come gli addetti alle pulizie, assistenza domiciliare, operatori che lavorano da casa, o anche quando si tratta di piccoli cantieri con pochi addetti.

Più in generale, questa condizione è comune in tutti quei casi dove il luogo di svolgimento delle attività varia spesso o non è ricorrente, basti pensare alle reti commerciali e di vendita che visitano i clienti su appuntamento o ai tecnici che eseguono interventi di manutenzione presso i privati. Si tratta di situazioni dove installare un rilevatore presenze fisico non è possibile oppure non è conveniente.

In questi casi, molto spesso il rischio che corrono le aziende è di rimanere focalizzate sulla scelta dei dettagli, all’interno di un solco, di un sistema, senza saper cogliere, con uno sguardo dall’alto, la possibilità di cambiare in meglio. Alcune aziende scelgono addirittura di rinunciare a rilevare le presenze a causa dei costi oppure per via dell’impossibilità a installare terminali fisici.

Quale badge scegliere?

Badge aziendale, badge a bande magnetiche, badge rfid… quante alternative per scegliere in realtà una stessa soluzione. Il badge aziendale è una soluzione che ha dato buoni risultati, ma oggi i supporti a bande magnetiche e i badge rfid possono essere sostituiti con tecnologie più economiche ed efficienti. Il badge aziendale, infatti, è uno strumento per la rilevazione presenze che presenta alcuni inconvenienti:

  • è un supporto fisico (è un badge aziendale, appunto);
  • ha bisogno di un rilevatore fisico, la versione meno attempata dell’orologio timbratore, ma sempre un hardware da acquistare per la rilevazione del badge aziendale;
  • ha bisogno di tanti supporti (badge aziendali) quanti sono i dipendenti e forse qualcuno in più;
  • ha bisogno di tanti rilevatori quanti sono i luoghi di lavoro;
  • non risolve i bisogni delle aziende che hanno personale operativo sul territorio per periodi variabili (assistenza tecnica, manutenzioni, ecc.) o personale che opera in movimento sul territorio (assistenza domiciliare, sorveglianza, commerciali, ecc.)
  • ha bisogno di una rete elettrica e una rete lan (o di un router wifi) per essere installato e funzionante;
  • ha bisogno di un software dedicato per raccogliere ed elaborare i dati;
  • è soggetto a deperimento, guasto, aggiornamento software.

Ci sono scenari dove il Badge Aziendale non basta più, oppure non è conveniente ed efficace. Ed è per questo che soluzioni come Geobadge rappresentano una valida alternativa per sostituire i dispositivi tradizionali, senza la necessità di utilizzare supporti fisici.

Come funziona Geobadge

Geobadge nasce dalla necessità di andare incontro ai bisogni delle aziende che si trovano davanti a scenari particolari dove il supporto fisico non avrebbe alcuna efficacia. Abbiamo pensato di studiare un nuovo standard per la rilevazione presenze e il controllo del personale, sfruttando l’opportunità di cambiare il paradigma del badge aziendale per introdurre qualcosa di completamente nuovo.

La tecnologia è sempre più alla portata di tutti e a costi sempre più vantaggiosi. Secondo i dati AudiWeb, a marzo 2022 in Italia ci sono stati oltre 37,6 milioni di smartphone connessi in rete. La potenzialità di questi device portatili sempre connessi alla rete e localizzabili geograficamente, apre scenari prima impensabili per la rilevazione presenze e il controllo accessi.

Quello che prima poteva fare un badge aziendale come strumento passivo, oggi è solo un retaggio se si pensa a quante funzioni e applicazioni possono essere integrate negli smartphone.

Per capire meglio come funziona Geobadge e quali nuove tecnologie adotta è necessario un po’ di tempo, ma per prendere visione dei benefici che dà rispetto al badge aziendale tradizionale, puoi guardare il video in cui ti raccontiamo la piattaforma in 90 secondi!