31 Maggio 2022
lavoro straordinario

Lavoro straordinario: cos’è e come gestirlo in relazione al CCNL

Rilevazione Presenze 31 Maggio 2022

Il lavoro straordinario si definisce come l’attività svolta oltre l’orario di lavoro prevista dal CCNL (Contratto collettivo nazionale di lavoro). Il D. Lgs. 66/2003 sostituisce il limite giornaliero di 8 ore con un minimo di 11 ore di riposo consecutivo ogni 24. Il limite delle ore settimanali non viene alterato rimanendo un massimo di 48 ore tra ordinari e straordinari.

Come avviene il conteggio delle ore lavorate?

Si contano come ore lavorate qualsiasi periodo in cui il lavoratore sia al lavoro, a disposizione del datore di lavoro e stia svolgendo la sua attività. Tra queste, stabilite dal CCNL, si possono trovare delle ore straordinarie a cui, per definizione, non è sempre consentito ricorrere. La legge prevede dei contesti in cui è consentito ricorrere al lavoro straordinario che sono:

  • situazioni di forza maggiore
  • eventi speciali
  • necessità eccezionali e impreviste

Il tetto massimo per queste è in genere previsto dal CCNL; in caso contrario la durata è stabilita dalla Legge e non può superare le 250 ore annue.

Il lavoro notturno

Si parla di lavoro notturno come quel periodo di almeno 7 ore che comprende dalla mezzanotte fino alle 5. C’è da aggiungere che non tutti possono svolgere questo tipo di lavoro: le donne incita, con figli piccoli (meno di 1 anno) e chi non è stato valutato positivamente dal medico competente non può svolgere questa mansione.

Come vengono retribuite le ore straordinarie e notturne?

La retribuzione del lavoro straordinario dipende dal proprio CCNL. In particolare:

Il CCNL commercio si attiene all’articolo 137 e retribuisce le ore oltre il normale orario di lavoro con le seguenti maggiorazioni:

  • + 15% per le ore di lavoro settimanali dalla 41 alla 48.
  • + 20% per le ore di lavoro settimanali oltre le 48.
  • + 30% per le ore di lavoro straordinarie nei giorni festivi o la domenica.
  • + 50% per le ore di lavoro straordinarie notturne.

Il CCNL Cooperative sociali si attiene all’articolo 53 e retribuisce le ore oltre il normale orario di lavoro con le seguenti maggiorazioni:

  • + 15% per le ore di lavoro straordinarie diurne.
  • + 30% per le ore di lavoro straordinarie notturne.
  • + 30% per le ore di lavoro straordinarie diurne festive.
  • + 50% per le ore di lavoro straordinarie notturne festive.

L’importanza di un sistema preciso per tener traccia del lavoro straordinario

Rimanere frastornati leggendo questa mole di regole ed eccezioni per ogni categoria è normale. Per questo ci viene in aiuto la tecnologia; Geobadge è un software nel cloud che aiuta la tua azienda nella gestione delle risorse umane. Con processi personalizzabili trasforma le semplici timbrature effettuate tramite app o inserite manualmente in intervalli di presenza divisi per ordinari, straordinari e notturni. Dimenticati di cartacce e calcoli fatti a mano; lascia che Geobadge pensi a queste tediose attività con un click.

Non fermarti qua! La nostra soluzione prevede anche la gestione delle assenze, la consegna automatica delle buste paga, la rendicontazione delle ore di presenza o attività e molto altro.

Sei curioso? prova Geobadge gratuitamente e full optional per 60 giorni